Base di conoscenza

Qui tutto diventa chiaro. Non devi essere uno specialista in tutto, è importante che tu sappia dove cercare le informazioni. Per questo raccogliamo consigli utili, rispondiamo alle domande e mettiamo alla tua disposizione un glossario dei concetti in un unico luogo.
Casa e abitazione Applicazioni Lampade Fai da te

Una casa accogliente - il sogno di tutti! Sappiamo come crearla con la luce...

Tutti sogniamo che la nostra casa sia un luogo accogliente dove siamo felici di tornare dopo una faticosa giornata di lavoro o una vacanza che sta per terminare. Naturalmente non si può negare che l’atmosfera della casa è creata dai suoi abitanti. D’altro canto invece ci sono diversi elementi di cui possiamo prenderci cura a prescindere dal carattere dell’inquilino (proprio in questo modo lavorano gli architetti progettando ad esempio gli interni d’albergo). Uno di questi elementi è l’illuminazione degli spazi interni.

Continua a leggere
Una casa accogliente - il sogno di tutti! Sappiamo come crearla con la luce...

Gli articoli più popolari

Vedi tutti

La buona illuminazione è la cosa più importante! A cosa fare attenzione nelle lampade a terra.

L'illuminazione a terra viene utilizzata per illuminare marciapiedi, vicoli, vialetti ed elementi della cosiddetta architettura del paesaggio (alberi,...

Come creare un'illuminazione per terrazze, balconi e giardini

Sistemando la casa, cerchiamo di adottare a questo proposito un approccio complessivo, cominciando dall'arredamento del soggiorno e della cucina e passando...

Creare lo spazio con la luce (parte 2)

Nella prima parte abbiamo condiviso le nostre idee per l'illuminazione degli interni utilizzando le lampade come Kanlux LAURIN oppure i moderni faretti...

Ahi... chi ha messo qui questa scala!?

La scala è un argomento presente in quasi tutte le case. Di solito conduce al seminterrato o alla camera da letto situata al primo piano. In quest'ultimo...

Domande e risposte veloci


Che cosa significa il LED?

LED è l'acronimo di Light Emitting Diode, che possiamo tradurre come diodo ad emissione di luce.


È difficile sostituire una lampadina tradizionale o una lampada fluorescente?

La sostituzione di una lampadina tradizionale con una lampadina LED non è difficile. Ognuno può sostituirla, ma se non se la sente di farlo, si rivolga ad un professionista (preferibilmente un installatore elettrico o un elettricista). Le operazioni di sostituzione sono le stesse di quelle per la sostituzione di una lampadina ordinaria o di una lampada fluorescente. Svitare o rimuovere una lampadina ordinaria e inserire la lampadina LED al suo posto nello stesso modo. La lampadina LED deve avere lo stesso cappuccio della lampadina utilizzata fino ad ora; le uniche cose a cui prestare attenzione sono le dimensioni della lampadina tradizionale e le dimensioni della lampadina LED, le troverete sulla confezione o nel manuale. Quando si sostituiscono le lampadine, ricordatevi di spegnere l'installazione prima di procedere alla sostituzione.


Posso sostituire il tubo fluorescente con un tubo/lampada LED?

La sostituzione diretta del tubo fluorescente con il tubo LED è possibile nel caso di un apparecchio dotato di stabilizzatore magnetico. Poi, utilizzando un sostituto speciale per lo starter per tubi fluorescenti, si può utilizzare un tubo LED. Tali sostituzioni sono relativamente sicure nei sistemi in cui un stabilizzatore è responsabile del lavoro di una lampada fluorescente. Nel caso di sistemi doppi, le sorgenti LED possono comportarsi in modo instabile o funzionare senza raggiungere il massimo flusso luminoso dichiarato. È anche possibile convertire il sistema di alimentazione esistente per alimentare il tubo LED, anche se qualsiasi interferenza nella struttura dell'apparecchio è associata alla perdita della garanzia del produttore. La conversione dell'apparecchio d'illuminazione deve essere effettuata da un elettricista qualificato, con un adeguato certificato di qualifica. La soluzione più semplice e sicura è quella di sostituire l'apparecchio d'illuminazione con uno adattato alle lampade fluorescenti LED.


Come fa un LED a produrre la luce bianca?

I LED sono sorgenti luminose monocromatiche, cioè emettono luce in una ristretta gamma di luce visibile. È quindi impossibile ottenere luce bianca direttamente dal diodo. Al giorno d'oggi, il metodo più comunemente usato è la conversione della luce - un diodo che emette luce blu è coperto da un fosforo giallo, che lo trasmette in parte e in parte lo converte in luce gialla - la somma di questi colori dà finalmente la luce bianca.


A cosa prestare attenzione quando si sceglie un apparecchio per esterni?

L'apparecchio utilizzato all'esterno deve, oltre all'aspetto visivo, essere adeguatamente resistente alle intemperie. Il grado di tenuta dell'apparecchio - indicatore IP - ci dice se l'apparecchio soddisfa tali condizioni. IP è un indicatore a due cifre                                                                                                                              La prima cifra indica il grado di resistenza alla penetrazione dei solidi. „0” significa la mancanza della protezione, e „6” è il valore massimo.                                                                               La seconda cifra è il grado di protezione contro l'umidità. Più alta è la cifra, più forte è la protezione (qui la gamma è da 0 a 8). A casa, possiamo utilizzare con successo gli apparecchi con un IP di 20, in luoghi come il bagno, la lavanderia o l'essiccatoio, saranno raccomandati gli apparecchi con IP44.                                                                                                                      All'esterno, possiamo utilizzare gli apparecchi da IP44 a IP54 (resistenti alla pioggia e agli agenti atmosferici).                                                                                                                    IP40 e IP65 hanno più spesso illuminazione tecnica, illuminazione di magazzini, capannoni di stoccaggio alti, officine di produzione (a seconda delle condizioni prevalenti). Invece gli apparecchi di IP più alto (p.es. 67 e 68) sono apparecchi che possono resistere all'installazione a terra (p.es. Kanlux TURRO LED) o da collocare in serbatoi d'acqua. Il valore IP di un determinato apparecchio deve sempre essere indicato sulla confezione e nelle istruzioni di montaggio/manutenzione del prodotto.


Sensori di movimento - qual è la differenza e come funziona?

I sensori si differenziano per il modo in cui rilevano il movimento e, di conseguenza, per le loro possibilità di applicazione. I più diffusi sono i sensori a infrarossi e a microonde.            

I rilevatori di movimento PIR (infrarossi passivi) funzionano rilevando le variazioni della radiazione infrarossa. Ogni oggetto, essere umano o animale, emette tali radiazioni. Se non c'è movimento nella stanza, il sensore vede solo uno sfondo fisso - pareti, mobili. Se c'è un cambiamento di intensità di radiazione in questo campo rispetto a questo sfondo, ad es. entra una persona, il sensore lo considererà come un segnale da attivare, cioè accendere la lampada. Questi sensori, tuttavia, a causa del loro design, non rilevano il movimento quando sono oscurati (attraverso un muro, una finestra, una porta, ecc.), né devono essere diretti verso cose che possono cambiare rapidamente la temperatura (caminetti, riscaldatori). Questo tipo di rilevatori rileva il movimento meglio quando si cammina di traverso al suo asse, e peggio  quando si cammina davanti al sensore - quindi è meglio montarli negli angoli delle stanze o sulle pareti dei corridoi.                                             

I rilevatori di movimento a microonde (MW) funzionano in modo simile al sonar - il sensore emette onde radio che rimbalzano su tutto ciò che hanno sulla loro strada e ritornano al sensore. Poi c'è un confronto tra le onde inviate a coloro che sono tornati. L'onda riflessa ha una frequenza diversa, quindi il sensore conosce il movimento. A differenza dei sensori a infrarossi, i sensori a microonde sono in grado di rilevare il movimento attraverso pareti sottili, finestre e porte. Si deve tener conto del fatto che i rilevatori di MW che operano alle stesse frequenze vicine possono interferire tra loro. A differenza dei sensori PIR, essi rilevano meglio il movimento da e verso il sensore. Non c'è bisogno di preoccuparsi della nocività di queste onde per la salute umana - sono onde a bassissima potenza, completamente innocue.


Le lampadine LED funzionano con un dimmer?

Sì, ma non tutti. Per funzionare correttamente, i LED hanno bisogno di un sistema di alimentazione speciale che converta la corrente dalla rete elettrica ad una corrente che può essere fornita ai LED. Quando si acquista una sorgente luminosa a LED, assicurarsi che possa essere dimmerata e con quale dimmer la nostra sorgente funzionerà. Kanlux offre sia sorgenti dimmerabili che dimmer compatibili:                                                     -serie Kanlux IQ LEDDIM                                                                                  -serie Kanlux PRODIM                                                                                  -dimmer Mowion di Kanlux DIMGo                                                                          -dimmer LED della serie di apparecchi Mowion by Kanlux


Che cos'è il TÜV?

TÜV Rheinland è un'azienda con oltre 140 anni di tradizione, operante in quasi tutti i continenti. Ha iniziato la sua attività in Polonia nel 1997. È un esperto di certificazione del mercato. Gli esperti di vari settori, dall'industria pesante all'industria alimentare, si occupano di testare prodotti e tecnologie per la qualità e la sicurezza. Grazie alla combinazione di tradizione, personale altamente qualificato e sviluppo tecnologico continuo, TÜV Rheinland è leader di mercato nei servizi di certificazione e di test. I certificati della TÜV come ente di certificazione indipendente sono riconosciuti e apprezzati in tutto il mondo. Le sorgenti luminose IQ-LED Kanlux hanno un tale certificato, grazie al quale abbiamo stabilito i nuovi standard di altissima qualità nel settore.


Che cosa significa il termine colore della luce?

Per il colore della luce si intende la tonalità della luce emessa dai LED. Nel linguaggio professionale è la temperatura di colore misurata in Kelvin (K).Ci sono tre colori di base della luce:

-bianco caldo - da 2500-3300K.                                                                              Il più simile alla luce emessa da lampadine di vecchio tipo. È la luce calda, quasi gialla. Consigliata per locali da abitazione come soggiorno, camera da letto. Rende la stanza accogliente, calma e rilassa, favorisce il relax.

- bianco naturale - da 4000 a 4500K;                                                                  Luce con una maggiore proporzione di onde più fredde. Il colore è tipicamente bianco, la luce chiara del giorno. Si raccomanda l'uso nei locali commerciali come uffici, edifici delle autorità, studi ecc. Stimola, è ideale per la lettura grazie al suo indice di resa cromatica molto buono.

- bianco freddo - da 5500 a 6500K.                                                                       La luce fredda, cioè il bianco molto intenso, a volte cadente nel blu. Ideale per capannoni, magazzini o studi odontoiatrici. Spesso utilizzato in loft o in appartamenti in stile industriale.

 

 


Che cosa sono i lumen?

I lumen sono l'unità di misura dell'emissione luminosa, indicano la quantità di luce emessa dalla lampada. Maggiore è il numero di lumen di una data sorgente luminosa, più luminosa sarà la stanza in cui la utilizziamo.


È necessaria un'installazione elettrica speciale per il LED?

No, le lampadine LED funzionano con gli impianti elettrici tradizionali in base al range di tensione sulla confezione. Se l'interruttore è dotato di retroilluminazione, alcuni modelli di lampadine LED possono illuminarsi con un'intensità luminosa minima. La soluzione può essere quella di rimuovere la retroilluminazione dell'interruttore o sostituire l'interruttore con un modello senza retroilluminazione.


Resistenza all'umidità delle lampadine LED

Le sorgenti LED non tollerano l'umidità. Questo vale sia per i diodi stessi che per gli alimentatori. Occorre ricordarsi di utilizzare i dispositivi con un adeguato grado di protezione IP (minimo IP x4; ). I dispositivi resistenti all'umidità sono quelli descritti da un elevato grado di protezione IP. Nella scelta delle lampadine e delle lampade LED, occorre prestare particolare attenzione alla corretta selezione in base al loro successivo utilizzo.


Resistenza agli urti delle lampadine LED

Si prega di notare che i dispositivi LED contengono componenti elettronici e sono fatti di plastica, vetro e metallo. Si tratta di prodotti fragili che possono essere danneggiati con poca forza. Tuttavia, rispetto alle lampadine stesse, sono altamente resistenti ai danni meccanici, alle vibrazioni o agli urti. Ogni prodotto (apparecchio, lampadina, tubi LED) ha il suo fattore IK - cioè la resistenza ai danni meccanici. Se vogliamo utilizzare prodotti contenenti LED in luoghi esposti a urti o danni meccanici, dovremmo scegliere quelli di cui fattore IK è abbastanza alto (il più alto è indicato dal numero "10").


Come scegliere un sostituto del LED per una lampadina tradizionale

Le lampadine LED sono attualmente un'alternativa molto popolare alle lampade ad incandescenza e fluorescenti standard. La loro popolarità è influenzata dal prezzo, che è molto più basso rispetto a qualche anno fa. Quando si cambia il tipo di illuminazione, è importante ricordarsi di scegliere il giusto sostituto. Dovremmo prendere in considerazione: il valore del flusso luminoso emesso dalla sorgente, la temperatura di colore della luce e l'indice di resa cromatica Ra (anche se questo parametro nelle sorgenti che sono sul mercato è attualmente un requisito di legge). Tutte queste informazioni sono (o almeno dovrebbero essere) incluse nella confezione della sorgente stessa. Spesso sulla confezione (in particolare sulle lampadine LED) sono presenti informazioni su quale lampadina tradizionale corrisponde alla sorgente LED


C'è la differenza tra un apparecchio della lampadina LED bianco e quello trasparente

Il coperchio bianco/latte nelle lampadine LED è di solito in plastica. Esso agisce come un diffusore che disperde la luce (a scapito di una piccola riduzione dell'emissione luminosa) e quindi la distribuisce in modo più uniforme. Inoltre, la lampadina ha un aspetto semplicemente migliore perché non è possibile vedere i singoli diodi quando la luce è spenta. Al giorno d'oggi, sempre più spesso si possono incontrare lampadine LED FILAMENT in una presa trasparente. I LED sono posizionati al loro interno su aste che, oltre alla mancanza di perdita di parte del flusso luminoso, provocano un ulteriore effetto decorativo di tale lampadina. La particolare disposizione dei diodi fa sì che queste lampadine abbiano anche un angolo di luce molto ampio.


Lampada LED / Lampadina LED / Sorgente luminosa

Questi sono dei termini spesso usati che funzionano in modo intercambiabile - giusto? Lampada LED e sorgente luminosa LED sono lo stesso termine. Noi usiamo anche comunemente il termine "lampadina LED". Lampadina LED - questo concetto è teoricamente scorretto. Una lampadina è una sorgente che ha un filamento (una vecchia, tipica lampadina), nelle sorgenti LED non c'è nessun filamento ma un LED. Tuttavia, il concetto di lampadina LED funziona nella mente delle persone ed è quindi sempre più utilizzato dai produttori di illuminazione.


LED SMD

Marcatura dei componenti elettronici, compresi i LED, destinati al montaggio in superficie (dall'ingl. Surface Mount Device). Si applica a tutti i tipi di componenti elettronici adatti alla tecnologia di montaggio su superficie. Nel caso dei LED luminosi, il termine SMD si riferisce ad elementi in miniatura realizzati sotto forma di cuboidi in cui l'elemento elettroluminescente è incorporato in resina epossidica (o nel materiale simile).


LED COB

Diodo tipo COB (dall'ingl. Chip on Board) è l'ultima generazione di elementi elettroluminescenti. Sono elementi di molto alto livello di impacchettamento dei chip.  I diodi di tipo COB sono di solito sotto forma di un circuito stampato pronto all'uso su cui sono montati elementi elettroluminescenti - sono pronti per l'installazione nel prodotto finale. Il più grande vantaggio di un diodo COB è la generazione di una potenza luminosa molto elevata.

 


Costruzione della lampadina LED

Attualmente le lampadine LED offerte dall'esterno assomigliano, dal punto di vista funzionale, alle soluzioni tipiche delle lampadine classiche. Sono inoltre dotati di collegamenti elettrici standard - il più delle volte nelle applicazioni domestiche si tratta di filettature E14 o E27 o di attacchi a baionetta GU10. All'esterno, le lampadine LED assomigliano ai loro equivalenti, ma all'interno hanno un aspetto completamente diverso. Il dispositivo è costituito non solo dagli elementi di illuminazione LED, ma anche dal sistema di alimentazione. Inoltre, un elemento importante che distingue una lampadina LED dalle lampadine tradizionali è il dissipatore di calore, che garantisce il livello di raffreddamento appropriato per la lampadina LED.


Flusso luminoso

Il flusso luminoso è una grandezza fisica che definisce la potenza totale della luce emessa da una data sorgente luminosa. L'unità di misura dell'emissione luminosa nel sistema internazionale SI è il lumen (lm).


Efficacia luminosa

L'efficienza luminosa è anche detta  produttività luminosa. Si tratta di un parametro che determina l'efficienza di una sorgente luminosa in relazione all'energia consumata - in termini più semplici, è la potenza luminosa che una sorgente luminosa emette quando consuma una certa potenza. L'unità di misura dell'efficienza luminosa è il lumen/watt (lm/W). L'efficacia luminosa per le sorgenti luminose tipiche:

- tradizionale (tungsteno) - 6 - 14 lm/W

- tungsteno ad alta potenza (P 300 W) - circa 16 lm / W

- lampade alogene lineari fino a 500 W - 14 - 19 lm / W

- lampade fluorescenti compatte - circa 50 lm / W

- lampadine LED - da 90 lm / W


Lampade LED Filamento

è un tipo di illuminazione a LED, il cui obiettivo principale è quello di combinare i vantaggi dei diodi fotoemettitori con l'aspetto delle lampadine tradizionali. Funzionano secondo il principio dell'emissione di luce mediante lunghi moduli LED che assomigliano ad un filamento tradizionale. Questo li rende ideali per tutti i tipi di lampadari e lampade da parete tradizionali, dove l'aspetto della lampadina influisce sulla ricezione finale dell'insieme.

Mostra di più

Dizionario dei termini utili

  • A
  • C
  • D
  • E
  • F
  • G
  • I
  • L
  • P
  • R
  • S
  • T
  • U
  • V

A

Angolo di distribuzione della luce (angolo di illuminazione) Avviamento (starter)

C

CE Ciclo on/off Classe di efficienza energetica Colore della luce

D

DALI Dimmerabilità Diodo emettitore di luce Downlight Durabilità Durata

E

EAC Effetto abbagliante Efficacia luminosa

F

Fattore di manutenzione del flusso luminoso (LLMF) Flusso luminoso

G

Gambo (Filettatura) Grado IK Grado IP

I

Illuminazione Illuminazione evidenziante/di accento Indice di resa cromatica (Ra, CRI)

L

Lampada a ioduri metallici Lampada a LED Lampada ad incandescenza Lampada autoschermante Lampada fluorescente (tubo fluorescente) Lampadina equivalente Luminosità

P

Potenza nominale (nominale) Proiettore Pulsazione del flusso di luce

R

Raster Reattore Resistenza termica (Rth)

S

Sfarfallio Sorgente luminosa sostitutiva/lampadina sostitutiva Spotlight Starter

T

Temperatura di colore, colore della luce Tc [K] Temperatura di lavoro Tensione di alimentazione

U

UGR Uniformità di colore

V

Valore nominale

Vuoi sapere una cosa?

Angolo di distribuzione della luce (angolo di illuminazione)

determina l'ampiezza con cui una data lampadina brilla su una superficie dove la luce è effettivamente efficace. Un angolo più stretto indica un fascio di luce più focalizzato, diretto verso un luogo, e un angolo più ampio è più diffuso sulla superficie. Diversi angoli di luce sono le aree che la lampadina è in grado di illuminare. Se si vuole illuminare una stanza selezionata in modo uniforme, ma non ci si preoccupa di un'alta intensità luminosa, è meglio scegliere LED con un ampio angolo di luce a partire da 120°, sostituendo le tradizionali lampadine da 40 e 60 W.

Avviamento (starter)

un dispositivo per accendere le lampade a scarica riscaldando gli elettrodi o per sovratensione in un circuito con un reattore.

CE

Il marchio CE su un prodotto indica che esso soddisfa tutti i requisiti delle direttive dell'Unione Europea e che è stato sottoposto a test appropriati che hanno portato ad una valutazione positiva.

Ciclo on/off

indica la sequenza di accensione e spegnimento della lampada, viene testata per determinarne la potenziale durata.

Classe di efficienza energetica

determina il grado di efficienza energetica di una sorgente luminosa. Le classi di efficienza energetica sono indicate dalle lettere da A+++ a E, dove A+++ (posto sulla barra verde) indica  l'apparecchio più efficiente e la classe E posta sulla barra rossa quello meno efficiente. La classe di efficienza energetica delle lampade è determinata sulla base del loro indice di efficienza energetica (IEE).

Colore della luce

Il vantaggio delle soluzioni a LED è la possibilità di scegliere il colore della luce (cioè la cosiddetta  temperatura di colore espressa in Kelvin[K]). Selezioniamo il colore della luce in base al luogo di applicazione ed anche secondo le nostre preferenze. La scelta tra luce calda (ing. warm white – WW),                                                                                                
neutra (ing. neutral white – NW) e                                                                    
fredda (ing. cool white - CW) apre nuove possibilità nella valorizzazione dell'ambiente. In ambienti come il soggiorno o la camera da letto, dove vogliamo creare un'atmosfera accogliente utilizziamo più spesso una fonte di colore caldo. Nei luoghi di maggiore attività, come la cucina, il laboratorio o lo studio, un colore neutro e' l'ideale perche' piu' simile alla luce del giorno.
 

DALI

è un sistema di controllo dell'illuminazione digitale, derivato dall'inglese (Digital Addressable Lighting Interface). DALI consente di controllare singoli apparecchi di illuminazione utilizzando periferiche o un computer con un cavo a due fili aggiuntivo.

Dimmerabilità

significa che l'intensita' della luce può essere regolata tramite un dispositivo di controllo esterno (dimmer). Per poter controllare l'intensità della luce in casa è necessario disporre di apparecchi e lampadine adatte a questo scopo.

Diodo emettitore di luce

un diodo ad emissione di luce, più comunemente noto come LED, è la conversione diretta dell'energia elettrica in luce attraverso il fenomeno dell'elettroluminescenza.

Downlight

e' un faro che propaga la luce verso il basso. Questo tipo di illuminazione è molto popolare negli uffici o nelle boutique. Viene montato nel soffitto in diversi punti. I locali in cui vengono utilizzati i downlights appaiono  spaziosi. I downlights vengono installati sempre più spesso nelle case e negli appartamenti.

Durabilità

il periodo stimato di manutenzione dei parametri di illuminazione garantiti. La durata di vita è presentata su base oraria.

Durata

generalmente significa il tempo di illuminazione contato in ore (in condizioni strettamente definite). Una delle caratteristiche principali delle sorgenti LED è la loro lunghissima durata, che dovrebbe essere un fattore importante nella scelta dell'illuminazione. In un ambiente domestico con una media di tre ore di lavoro al giorno durante tutto l'anno, una durata di 25.000 ore rappresenta più di 20 anni di lavoro senza dover sostituire le fonti.

EAC

Il Certificato di Conformità dell'Unione Doganale conferma l'adempimento dei requisiti del prodotto specificati nei regolamenti tecnici dell'Unione Doganale (essa include, tra l'altro la Russia, il Kazakhstan, la Bielorussia).

Effetto abbagliante

è uno stato associato ad una sensazione di disagio o ad una ridotta capacità di riconoscere gli oggetti a causa della luce nel campo visivo troppo intensa, abbagliante o stancante. Può anche essere causato da un'errata distribuzione della luminanza nel tempo o nello spazio. L'effetto di abbagliamento può essere causato da fonti di luce troppo luminose, mal progettate o di scarsa qualità e da altri oggetti riflettenti. L'abbagliamento può variare in intensità, dal temporaneo disturbo alla temporanea cecità. L'effetto dell'abbagliamento può essere eliminato o ridotto selezionando gli apparecchi appropriati e disponendo i punti luce nelle stanze.

Efficacia luminosa

determina l'efficienza della lampada, ovvero il quoziente del flusso luminoso emesso e la potenza consumata dalla lampada (unità: lm/W). Più lumen da un Watt vengono emessi dalla sorgente luminosa, maggiore è l'efficienza luminosa di tale sorgente.

Fattore di manutenzione del flusso luminoso (LLMF)

E' il rapporto tra il flusso luminoso emesso dalla lampada in un determinato punto del suo ciclo di vita e il suo flusso luminoso iniziale.

Flusso luminoso

determina la quantità di luce emessa da una sorgente luminosa. L'unità di misura dell'emissione luminosa è il lumen. Più lumen significa una sorgente di luce che dà più luce. Le sorgenti LED raggiungono già flussi talmente elevati da poter sostituire liberamente tutte le lampadine tradizionali, anche quelle più forti. Quando si acquista un LED, vale la pena di prestare particolare attenzione al valore di questo parametro.

Gambo (Filettatura)

è la parte della lampadina utilizzata per fissarla nel supporto, il tipo di manico ed il corrispondente supporto è solitamente descritto da una o più lettere e da un numero che indica la dimensione approssimativa del manico in millimetri (di solito il diametro o la spaziatura dei perni), ad esempio: E27, E14, GU10. Quando si acquista una nuova lampadina, non dimenticate di controllare che la lampada abbia l'attacco corretto.

Grado IK

"determina la resistenza meccanica. Permette di determinare il grado di protezione fornito dall'involucro del dispositivo contro gli urti meccanici esterni. Parametro specificato nella scala di 11 (da ""00"" - nessuna protezione fino a ""10"").
Più alto è il valore numerico del parametro IK, maggiore è il potenziale di resistenza, cioè la resistenza meccanica.

IK 01 la resistenza meccanica è di 0,15 J.
IK 02 la resistenza meccanica è di 0,2 J.
IK 03 la resistenza meccanica è di 0,35 J.
IK 04 la resistenza meccanica è di 0,50 J.
IK 05 la resistenza meccanica è di 0,70 J.
IK 06 la resistenza meccanica è di 1 J.
IK 07 la resistenza meccanica di è di 2 J.
IK 08 la resistenza meccanica è di 5 J.
IK 09 la resistenza meccanica è di 10 J.
IK 10 la resistenza meccanica è di 20 J.

Questo parametro deve essere preso in considerazione nella scelta degli apparecchi di illuminazione da incasso a terra che vogliamo montare sul vialetto di accesso, tra le pietre di pavimentazione, o gli apparecchi esterni, che proteggeranno i passaggi in cui compaiono persone accidentali, così come in luoghi esposti ad attacchi vandalici. "

Grado IP

e' il grado di protezione di un apparecchio elettrico o di un dispositivo contro le particelle solide o liquide . La marcatura è composta dalle lettere IP e da due a quattro caratteri, il primo dei quali indica resistenza all'intrusione di solidi e il secondo all'intrusione di acqua, p.es. IP54 - grado 5 indica la protezione contro l'intrusione di polvere in quantità che interferiscono con il funzionamento del dispositivo, mentre il grado 4 indica la protezione contro la caduta di gocce da qualsiasi angolazione, da tutti i lati (p.es. la pioggia). Più alto è il grado di protezione IP, più il dispositivo è resistente all'ingresso di acqua e solidi.

Illuminazione

Il complesso dei mezzi con cui si provvede a illuminare artificialmente.

Illuminazione evidenziante/di accento

indica un tipo di illuminazione la cui emissione luminosa è diretta verso una data posizione in modo da illuminare un oggetto selezionato o parte di una superficie. L'utilizzo di questo tipo di illuminazione permette di far risaltare tutti i vantaggi dei nostri interni come: decorazioni, dipinti, sculture o dettagli architettonici.

Indice di resa cromatica (Ra, CRI)

è un indice adimensionale che varia da 0 a 100, che descrive la capacità di una sorgente di restituire fedelmente i colori di un oggetto illuminato. Più alto è questo rapporto, migliori sono i colori resi e gli oggetti illuminati appaiono più naturali. La presentazione fedele dei colori è particolarmente importante nei negozi di vernici, negli showroom, nelle boutique e negli studi odontoiatrici. Si consiglia di utilizzare lampade fluorescenti con Ra superiore a 90.

Lampada a ioduri metallici

lampada a scarica ad alta pressione in cui la luce è prodotta da una scarica elettrica in una miscela di vapori di mercurio, argon e alogenuri metallici (a volte anche altri gas nobili e bromo o iodio). Questi gas sono sotto alta pressione, da cui il termine "lampada ad alta pressione".

Lampada a LED

è una sorgente luminosa basata su diodi ad emissione di luce, collocata in un alloggiamento che ne consente l'utilizzo in un apparecchio progettato per lampade a incandescenza. Comunemente chiamata lampadina  LED, anche se in polacco questi termini non sono del tutto corretti - la lampadina è una fonte di luce che utilizza il filamento, cioè il filo di metallo duro da fusione (attualmente di tungsteno). Le lampade LED (sorgenti luminose a LED) possono avere forme diverse che ricordano le tradizionali lampade ad incandescenza, i faretti alogeni o le lampade fluorescenti.

Lampada ad incandescenza

una sorgente di luce elettrica in cui il corpo incandescente è fortemente riscaldato da un flusso di corrente elettrica. La fibra è fatta di un materiale difficile da fondere (originariamente grafite, ora tungsteno). Il filo di tungsteno viene posto in una lampadina di vetro riempita con una miscela di gas nobili (p.es. argon con il 10% di azoto) o sottovuoto.

Lampada autoschermante

un tipo di lampada alogena o a ioduri metallici per la quale non è necessario utilizzare uno schermo protettivo contro i raggi UV o gli spruzzi della lampada nell'apparecchio.

Lampada fluorescente (tubo fluorescente)

una lampada a scarica in cui la luce è prodotta dall'eccitazione di uno strato di sostanza luminescente, utilizzando la radiazione ultravioletta prodotta durante la scarica. Questo termine è più comunemente usato per la lampada al mercurio a bassa pressione comunemente chiamata tubo fluorescente.

Lampadina equivalente

il valore equivalente approssimativo della potenza di una lampada ad incandescenza tradizionale che emette lo stesso flusso luminoso di una sorgente luminosa LED. Questo parametro viene fornito per facilitare la  sostituzione di lampade tradizionali con  lampadine LED.

Luminosità

Capacità di diffondere, ricevere o utilizzare la luce.

Potenza nominale (nominale)

determina la potenza consumata dalla lampada a incandescenza quando viene alimentata alla sua tensione nominale. L'unità è WATT[W].

Proiettore

Apparecchio che consente di proiettare un fascio di luce di notevole portata e intensità

Pulsazione del flusso di luce

sfarfallamento ad alta frequenza, causato dalla naturale variabilità (cioè non interferenziale) della tensione alternata che alimenta la sorgente luminosa. La ragione della pulsazione è l'insufficiente inerzia del processo di produzione della luce nella lampada. L'effetto non è visibile all'occhio umano a causa della sua alta frequenza, ma è considerato un fastidio ed influisce negativamente sull'umore. Quando si sceglie una fonte di luce, vale la pena di prestare attenzione alle informazioni sulla pulsazione del flusso luminoso, in produttori rinomati questo effetto viene minimizzato o eliminato per non affaticare gli occhi.

Raster

uno schermo speciale (griglia) per sorgenti luminose utilizzato negli apparecchi di illuminazione. Il suo compito è quello di illuminare uniformemente la stanza ed eliminare gli effetti associati alla riflessione e alla rifrazione.

Reattore

un dispositivo funzionante in un circuito elettrico con lampade a scarica, utilizzato principalmente per stabilizzare la corrente di scarica.

Resistenza termica (Rth)

è definita come la difficoltà del calore nell'attraversare un mezzo solido, liquido o gassoso. È importante nei circuiti elettronici (anche nelle lampade LED), dove la dissipazione del calore è fondamentale affinché i componenti non si surriscaldino.

Sfarfallio

pulsazione ad alta frequenza del flusso luminoso causata dal naturale, (cioè non interferenziale) della tensione alternata che alimenta la sorgente luminosa. La ragione della pulsazione è l'insufficiente inerzia del processo di produzione della luce nella lampada. L'effetto non è visibile all'occhio umano a causa della sua alta frequenza, ma è considerato un fastidio che influisce negativamente sull'umore. Quando si sceglie una fonte di luce, vale la pena di prestare attenzione alle informazioni sulla pulsazione del flusso luminoso, in produttori rinomati questo effetto viene minimizzato o eliminato per non affaticare gli occhi.

Sorgente luminosa sostitutiva/lampadina sostitutiva

Determina il tipo di sorgente luminosa. In questa variante, la sorgente luminosa non sostituibile significa che le lampade LED sono inserite in modo permanente nella struttura dell'apparecchio. La sorgente luminosa non può essere sostituita dopo che la lampada si è consumata e ha smesso di accendersi. Le lampade con sorgente luminosa intercambiabile hanno una costruzione diversa: In questa variante siamo liberi di scegliere la potenza ed il colore della luce della lampadina. La lampadina deve essere acquistata separatamente.

Spotlight

e' un  tipo di apparecchi è caratterizzato dalla concentrazione della luce in un'area strettamente definita, di solito con un angolo non superiore a 45 gradi. Questo tipo di apparecchi è usato più spesso nell'illuminazione di interni, al fine di esporre elementi selezionati nella stanza.

Starter

è il termine che indica uno starter per lampade fluorescenti con un nome comune.

Temperatura di colore, colore della luce Tc [K]

Il vantaggio delle soluzioni a LED è la possibilità di scegliere il colore della luce (cioè la cosiddetta  temperatura di colore espressa in Kelvin [K]). Selezioniamo il colore della luce in base al luogo di applicazione ed anche secondo le nostre preferenze. La scelta tra luce calda (ing. warm white – WW), neutra (ing. neutral white – NW) e fredda (ing. cool white - CW) apre nuove possibilità nella valorizzazione dell'ambiente. In ambienti come il soggiorno o la camera da letto, dove vogliamo creare un'atmosfera accogliente utilizziamo più spesso una fonte di colore caldo. Nei luoghi di maggiore attività, come la cucina, il laboratorio o lo studio, un colore neutro e' l'ideale perche' piu' simile alla luce del giorno.

Temperatura di lavoro

il range di temperatura in cui l'apparecchio può funzionare.

Tensione di alimentazione

indica  la tensione di alimentazione specificata dal produttore per la sorgente luminosa interessata (lampade, apparecchi, ecc.) in modo che l'apparecchio funzioni correttamente (si illumina).

UGR

(ing. Unified Glare Rating) indice di abbagliamento unificato, uno dei metodi di valutazione dell'abbagliamento raccomandati dall'International Lighting Committee (Comitato internazionale per l'illuminazione). Il valore dell'indicatore viene calcolato sulla base di misurazioni appropriate.

Uniformità di colore

indica che non vi è alcuna differenza nelle tonalità di luce emessa nella stessa lampada da diversi lotti di produzione.

Valore nominale

E' il valore stabilito per le specifiche condizioni di funzionamento di un prodotto, indicando se esso opera in conformità alle norme o alle raccomandazioni del produttore. Il superamento del valore nominale può causare malfunzionamenti, modifiche dei parametri o danni.